Il primo post non si scorda mai

By 23 Ottobre 2014 Novembre 25th, 2014 Mondo Social

Recentemente ho pubblicato un articolo dal titolo “l’Arte della Condivisione” nel quale parlavo di quali siano le procedure più corrette da seguire per ottimizzare al massimo il fenomeno della viralità di un post sui social network ed ottenere quindi la massima diffusione di un contenuto.

Ma come prepararsi e quali sono gli strumenti a monte per intraprendere tali attività?
Avere preparato bene lo scenario è indispensabile.

Ecco quindi un promemoria di cosa fare, aiutati anche da una infografica, prima di iniziare qualsiasi attività di condivisione.

tools

 

CREAZIONE DEL CONTENUTO

L’articolo ed il suo contenuto sono fondamentali!
Iniziando dal Blog, la fonte di tutti i vostri contenuti, è strategico avere articoli divisi per tematiche per poi ottimizzare gli stessi tramite le logiche SEO (URL, evidenziazione dati, rich snippet etc) e lavorare per avere fin da subito backlink autorevoli e link  interni ad altri vostri articoli.

FACEBOOK

Su Facebook è necessario avere un profilo personale coerente (quindi abbastanza in linea con quello che fate e promuovete) e con un discreto numero di amici (diciamo almeno un migliaio?) da cercare anche, ma senza esagerare, al di fuori delle vs cerchie (opinion leader, blogger etc..); la pagina fan invece dovrà essere già attiva, con dei post pubblicati di buona qualità (mi raccomando non esordite con una tristissima pagina vuota) ed anche questa con un buon numero di fan all’inizio (direi almeno 200) decisamente profilati ed in linea con il vostro settore di business

LINKEDIN

Anche qui il profilo personale è fondamentale secondo le logiche di questo Social quindi assolutamente professionale, con tanto di foto, curriculum, esperienze di lavoro e competenze e più che altro completo in tutte le sue parti e dove la vostra figura sia legata alla pagina aziendale nel proprio ruolo.

La pagina aziendale è utile in quanto ad essa potrete legare i vostri dipendenti e/o collaboratori ed in essa potrete riportare tutte le notizie istituzionali; altra storia invece per la pagina vetrina (dipendente e diversa dalla pagina aziendale) la quale rappresenterà la vostra anima commerciale e promozionale.

Ultima cosa (ma non per questo meno importante): selezionate con cura ed iscrivetevi a gruppi tematici in linea con gli argomenti di cui andrete a trattare (almeno 10-15 guppi); vi saranno molto utili per evidenziare le vostre competenze ed apportare il vostro contributo oltre naturalmente a ricevere informazioni dagli altri partecipanti.

GOOGLE +

Come su LINKEDIN, ma con approccio diverso, sarà indispensabile avere pronta la vostra pagina G+ già con qualche follower e qualche post di qualità oltre al vostro profilo personale (sempre con follower) ed avere già selezionato ed essersi iscritti ad una serie di Community tematiche (la logica è bene o male quella dei gruppi di Linkedin).

TWITTER

Qui, oltre al classico profilo aziendale o personale (in questo caso, differentemente dagli altri social, è la stessa cosa), importante è procurarsi già un buon numero di follower (attenzione a far si, nel medio periodo, che i follower ed i following si equivalgano abbastanza come numeri onde evitare di apparire uno “spammer” ) e, molto importante, attivare fin da subito i vostri tweet nella  modalità “twitter cards” (vedete qui come fare) ai fini di poter andare oltre il limite dei 140 caratteri nella sezione espansa del tweet.

PINTEREST

Su Pinterest aprite un profilo business (o privato se siete un’azienda), ed iniziate a preparare qualche bacheca divisa per argomento con qualche bella foto al suo interno; “pinnate” qualche altra foto in altre bacheche, geo-localizzate le foto (Pinterest usa Foursquare) e sarete pronti.

YOUTUBE

Probabilmente, quando avete creato la pagina G+, sarete partiti dal canale YouTube (se non lo avete fatto vi consiglio di fare in questo modo), per cui il vostro canale già esiste e sarà solo da personalizzare nella parte grafica e nelle impostazioni (richiedete ad esempio un nome personalizzato per il canale); anche qui inserite un paio di video e potrete iniziare.

A questo punto, dopo qualche ora dedicata a queste attività, sarete pronti a pubblicare il vostro primo post; vedrete che i risultati non tarderanno ad arrivare.

Marco Magrini

Marco Magrini

Dal 1989 al 2000 opero nel mercato “HiTec” in qualità di Marketing Manager. Dal 2001 mi occupo a tempo pieno di consulenza, formazione e coaching in comunicazione digitale e strategie Web e Social Media Marketing, Advertising on line, posizionamento organico e tecniche di SEO & SEM. Nel 2007 sono Co-Autore del libro: "7 Passi verso il successo, guida al marketing operativo", edizioni Alphatest Milano 2007