QUELLO CHE IL WEB CI NASCONDE

By 25 Novembre 2014 Cosa accade nel web
deep web

Grazie Google, grazie Internet: sul web si trova veramente di tutto ed avere tutte le informazioni a portata di mano ha cambiato in modo radicale il mondo e le persone.

Ma siamo veramente sicuri che tutte le informazioni siano sempre disponibili?

La risposta è sicuramente affermativa, ma ultimamente sempre più il web ed i Social Network ci nascondono (o come dicono loro “personalizzano”) qualcosa.

Iniziamo proprio da GOOGLE

Da quando sono stati introdotti i “risultati privati”  Google mostra i risultati generalisti che verrebbero mostrati a chiunque; se la funzione risulta attiva (oppure se siete “loggati” in Google con il vostro account) Google mostrerà un’indicizzazione “infarcita” di risultati che dovrebbero fornire le migliori risposte possibili sulla base di quello che l’utente sta effettivamente cercando e sulla base di quelle che sono le sue esigenze e le sue abitudini conseguenti alle ricerche, amici, ed attività sociali in rete.

Tutto ciò, inoltre, viene amplificato al massimo dall’uso di Google+ e dai vari +1 ed interazioni sui post del Social di Google (sarà un caso?)

web nascosto

Provate allora a disattivare i risultati privati (agendo sui due tasti in alto a destra) e vedrete cosa succede: se vi piace più così potrete poi impostarlo in maniera definitiva dalle impostazioni di navigazione.

MA ANDIAMO OLTRE ed addentriamoci nel “DEEP WEB”

il Deep Web è una parte di Web “sommersa” in cui vengono svolte tantissime attività, da quelle più discutibili e illegali (come la vendita di documenti falsi) ad altre molto più “tranquille”. Sono dunque dei siti “nascosti”, che non si trovano facendo delle normali ricerche in Google e che possono essere visitati solo sfruttando la rete anonima di TOR.

TOR (The Onion Router) è un browser gratuito che permette di nascondere il proprio indirizzo IP e garantire l’anonimato in Rete “rimbalzando” la connessione fra vari computer sparsi in tutto il mondo.

SE VOLETE PROVARE ECCO IL LINK DA CUI SCARICARE TOR

ED ORA VENIAMO AI SOCIAL

Come non iniziare dal padre di tutti i Social Network?
Vi siete mai chiesti perché su FACEBOOK avete migliaia di amici ma vedete solo il 15/20 per cento dei loro post?

Tutto dipende da EDGERANK”, l’algoritmo che permette a Facebook di visualizzare sulla vostra bacheca solo i post che hanno più affinità, interazioni e che sono più recenti
Tramite il tasto “Notizie” in alto a sinistra, selezionando “più recenti”, potrete visualizzare la maggior parte dei contenuti pubblicati dai vostri amici di Facebook in ordine cronologico mentre tramite “Top News”, tali risultati verranno filtrati in base ad «EdgeRank»

.facebook edgerank

“Top News” è l’impostazione predefinita, quindi a meno che un amico non cambi a sua volta l‘impostazione predefinita, è molto probabile che i vostri aggiornamenti non verranno mai visualizzati.

 facebook edgerank

ANCHE IN QUESTO CASO, PROVATE A SELEZIONARE “PIU’ RECENTI” e vedrete resuscitare un sacco di amici che credevate spariti per chissà quale strano caso.

ED INFINE LINKEDIN DOVE VALE LA STESSA COSA

linkedinDi default Linkedin manda nella home page tutti gli aggiornamenti e mette in cima quelli “Top” ovvero quelli con maggiore attività o considerati più importanti. Potrete scegliere di vedere gli aggiornamenti in ordine cronologico, selezionando “Recenti”, oppure di ricevere solo quelli aziendali, o solo quelli degli utenti che seguiamo, selezionando “Condivisioni” o altre funzioni.

PROVARE PER… VEDERE

Marco Magrini

Marco Magrini

Dal 1989 al 2000 opero nel mercato “HiTec” in qualità di Marketing Manager. Dal 2001 mi occupo a tempo pieno di consulenza, formazione e coaching in comunicazione digitale e strategie Web e Social Media Marketing, Advertising on line, posizionamento organico e tecniche di SEO & SEM. Nel 2007 sono Co-Autore del libro: "7 Passi verso il successo, guida al marketing operativo", edizioni Alphatest Milano 2007