Una giornata da dimenticare

By 3 Ottobre 2014 Novembre 25th, 2014 Mondo Social
una giornata da dimenticare

una giornata da dimenticareDa qualche tempo leggo sul web delle storie simpatiche che cercano di spiegare il ruolo del Social Media Manager; forse saremo dei “flippati” che stanno tutto il giorno sui Social Media e sul Web a divertirsi, ma in realtà facciamo un mestiere che ci piace e con il quale cerchiamo di guadagnarci il pane quotidiano.

Ecco quindi che anche io ho voluto contribuire a cercare di spiegare la nostra professione e per fare questo mi sono inventato un personaggio, il Sig. Mario Rossi (il primo nome che mi è venuto in mente) responsabile marketing di una delle tantissime piccole aziende italiane, motori infaticabili della nostra economia, e mi sono inventato una storia di pura fantasia ma non credo nemmeno troppo lontana dalla realtà.

MA ECCO COSA ACCADE UN BEL GIORNO…

Il nostro Mario Rossi decide che è giunto il momento di approcciare in maniera professionale e corretta una strategia di presenza sul Web e sui Social Media ai fini di far conoscere il proprio brand/prodotto in maniera più capillare, moderna e mirata possibile.

Sono le 8 del mattino ed il nostro Mario arriva di buon’ora in azienda pieno di buoni propositi, entra nel suo ufficio e decide di non essere disturbato da niente e da nessuno (riuscirà il nostro eroe nell’intento?)

Preso dall’euforia il nostro Mario inizia a navigare su Google alla ricerca di informazioni e forum che parlano dell’argomento, ma poco dopo, in mezzo a 45 telefonate, altrettanti problemi ed interruzioni dovute ad una normale giornata di lavoro, si incarta nel mare delle keyword e delle pagine con il risultato che a fine mattinata non ricorda nemmeno più perché si sia avventurato in quel mare senza fine.

Sono le 13, Mario non ha nemmeno fatto la sua pausa caffè e l’ora di pranzo è giunta; andiamo a mangiare, pensa il nostro Mario, che forse a pancia piena poi si ragiona meglio.

In pausa pranzo si incontra con alcuni amici e parla loro del progetto e di tutte le sue idee in merito; si confronta con i colleghi ed amici i quali gli propinano una serie di suggerimenti ognuno secondo la propria esperienza di “utente web social blogger content manager avanzato 3.0” (e non le ho dette tutte).
In men che non si dica si fanno le 14; nella frenesia di parlare Mario non ha nemmeno messo in bocca la sua prima forchettata di spaghetti e quindi è costretto a tornarsene nel suo ufficio digiuno, a stomaco vuoto e più confuso di prima; meno male che a pancia piena si doveva ragionare meglio!

Ma Mario non molla; Il pomeriggio scorre inesorabile tra Forum, Social, Blog, siti web; riesce anche ad aprire il suo profilo Facebook (magari era meglio fare una pagina?) ma subito, dai sui primi 20 amici reclutati gli arrivano altrettanti inviti a giocare ai vari Bubble Witch, Happy Acres e compagnia bella.

Sono le 18; Mario nel frattempo ha risposto male 4 volte alla segretaria, 3 volte a sua moglie e si è dimenticato di andare in bagno; iniziano i primi segni di cedimento e si profila un accenno di esaurimento nervoso.

Sono le 20: tutti sono andati via e Mario ancora è li che adesso sta cercando di installare una App sul suo Smartphone che gli permette di gestire tutti i Social contemporaneamente; ma poi pensa che forse sarebbe il caso di iscriversi ai Social prima di cercare di usarli.

Ma poi istintivamente pensa: MA OGGI COSA HO FATTO DI PRODUTTIVO? Forse se tornassi a fare il mio lavoro e delegassi un esperto in materia a risolvere questo rompicampo?

Bravo Mario.. ecco la prima cosa sensata e produttiva che hai fatto oggi

Marco Magrini

Marco Magrini

Dal 1989 al 2000 opero nel mercato “HiTec” in qualità di Marketing Manager. Dal 2001 mi occupo a tempo pieno di consulenza, formazione e coaching in comunicazione digitale e strategie Web e Social Media Marketing, Advertising on line, posizionamento organico e tecniche di SEO & SEM. Nel 2007 sono Co-Autore del libro: "7 Passi verso il successo, guida al marketing operativo", edizioni Alphatest Milano 2007